La prevenzione è la base della moderna odontoiatria. E’ per questo che anche l’ortodonzia, ovvero quella branca dell’odontoiatria che si occupa dell’allineamento dei denti e delle malocclusioni dentali e scheletriche, sta indirizzando i nuovi protocolli verso un approccio di breve durata in età precoce. Con dei dispositivi di semplice impiego, che hanno lo scopo di prevenire squilibri esistenti di tipo scheletrico, dentale e/o muscolare, che si stanno già sviluppando a partire dai 4 anni.

Da un punto di vista biologico le anomalie all’interno del cavo orale dovrebbero essere corrette non appena vengono identificate. Infatti più precocemente avviene la correzione, più sono alte le probabilità di avere un normale sviluppo cranio-facciale, cioè avere un corretto raffronto di crescita tra ossa facciali e muscoli.

 

 

LM - Activator

Per far ciò vengono utilizzati degli apparecchi morbidi in silicone notturni che guidano la giusta crescita dentale e scheletrica, in dentizione mista. Così si possono evitare in futuro le tradizionali terapie ortodontiche con breckets o apparecchi extraorali.

Bracketspetit

Inoltre questi apparecchi riescono a correggere le abitudini viziate, come l’interposizione della lingua tra i denti, il pollice in bocca ecc.

Ma quali sono i segnali a cui un genitore deve prestare attenzione?

  • Precoce o tardiva perdita dei denti
  • Succhiamento del dito o del ciuccio
  • Respirazione orale
  • Affollamento dentale
  • Difficoltà a pronunciare alcune parole

E’ importante ricordare inoltre che per particolare malocclusioni si verifica un elevato rischio di danneggiamento dell’ATM, cioè quei disturbi legati all’Articolazione Temporo Mandibolare, che si manifestano in età più avanzata, che possono iniziare con dei rumori vicino all’orecchio (i famosi click quando si apre e si chiude la bocca), con mal di testa, contratture del collo, mal di schiena, fino allo sbilanciamento di tutta la postura quindi anche scoliosi.

Disturbi a carico dell'articolazione temporo-mandibolare, ATM, bruxismo        p886

Con l’utilizzo di questi dispositivi di ultima generazione, il rischio dei danni all’ATM diminuisce drasticamente, perché si guida la crescita verso una corretta posizione.

Si può concludere che la terapia ortodontica intercettiva, rappresenta oggi un rapido metodo terapeutico per prevenire l’insorgenza di patologie che una volta cronicizzate sono più difficoltose da gestire.

La prevenzione è sempre l’arma migliore per spendere meno evitando soluzioni invasive e costose.